FAQ

I montanti e gli ammortizzatori hanno una funzione molto simile, ma un design estremamente diverso. Entrambi si incaricano di controllare il movimento eccessivo della molla, ma i montanti costituiscono anche un componente strutturale della sospensione. I montanti possono sostituire due o tre componenti di una sospensione convenzionale e spesso si usano come fulcro per la sterzata e per regolare la posizione per l'allineamento.

Gli esperti raccomandano di sostituire gli ammortizzatori e i montanti dopo circa 80.000 km. I test hanno dimostrato che i montanti e gli ammortizzatori a gas dell'equipaggiamento originale subiscono un notevole degrado dopo circa 80.000 km. Per molti famosi venditori di veicoli, la sostituzione di montanti e ammortizzatori usurati può migliorare le caratteristiche di maneggevolezza e comodità del veicolo. A differenza di uno pneumatico, che ruota per un determinato numero di volte al chilometro, un ammortizzatore o un montante può essere compresso ed esteso diverse volte al chilometro su una strada liscia, o diverse centinaia di volte al chilometro su una strada molto accidentata. Ci sono altri fattori che influenzano la vita di un ammortizzatore o di un montante, come per esempio le condizioni atmosferiche del luogo in cui si usa il veicolo, la quantità e il tipo di contaminanti presenti, le abitudini di guida, il carico del veicolo, le modifiche di ruote e pneumatici e, in generale, le condizioni meccaniche di sospensioni e pneumatici. Far controllare gli ammortizzatori e i montanti dal proprio rivenditore Monroe Expert Plus o da qualsiasi tecnico provvisto di certificazione ASE una volta all'anno, oppure ogni 20.000 km circa.

*Il chilometraggio effettivo può variare, a seconda delle capacità del conducente, del tipo di veicolo, del tipo di guida e delle condizioni stradali.

Per la maggior parte di proprietari di veicoli è relativamente facile determinare quando sono usurati gli pneumatici, i freni e i tergicristalli. Gli ammortizzatori e i montanti, invece, non sono così semplici da controllare, nonostante si tratti di componenti importantissimi per la sicurezza ed altamente suscettibili a rotture e usura dovute all'uso quotidiano. Far controllare gli ammortizzatori e i montanti dal proprio rivenditore Monroe Expert Plus o da qualsiasi tecnico provvisto di certificazione ASE ogni volta che si controllano pneumatici, freni o vengono effettuati servizi di allineamento. Con un test di guida, un tecnico può notare un rumore insolito proveniente dal sistema di sospensione. Il tecnico può notare anche che il veicolo presenta un rimbalzo eccessivo, ondeggia, o baccheggia in frenata. In tal caso saranno necessarie ulteriori ispezioni. Se l'ammortizzatore o il montante ha perso una grande quantità di fluido, se è piegato o rotto, o se i supporti sono danneggiati o le boccole sono usurate, deve essere riparato o sostituito. Generalmente, sarà necessaria la sostituzione se una parte non svolge più il suo lavoro, se non soddisfa una specifica progettuale (indipendentemente dalla prestazione), o se è mancante. La sostituzione degli ammortizzatori può essere effettuata anche per migliorare l'assetto, per motivi di prevenzione, o per soddisfare requisiti speciali; per esempio, possono essere installati ammortizzatori con assistenza al carico per livellare un veicolo che viene usato spesso per trasportare peso addizionale.

Se gli ammortizzatori o i montanti funzionano correttamente, un leggero strato d'olio che copre la metà superiore della camera di lavoro non suppone la necessità di una sostituzione. Tale leggero strato d'olio è presente quando l'olio usato per lubrificare il pistone fuoriesce dallo stesso e finisce sulla parte verniciata dell'ammortizzatore o montante. (Il pistone è lubrificato dentro e fuori dalla camera di lavoro). Al momento della fabbricazione dell'ammortizzatore / montante, viene aggiunta una quantità d'olio extra per compensare questa leggera perdita. Invece, perdite di fluido nella parte inferiore dell'ammortizzatore / montante, indicano il danneggiamento o l'usura della guarnizione, in questo caso l'unità deve essere sostituita.

La causa principale di una perdita d'olio è un danno della guarnizione. È necessario individuare la causa del danno e correggerla prima di sostituire gli ammortizzatori o montanti. La maggior parte delle sospensioni incorporano lo stesso tipo di finecorsa in gomma per la sospensione, chiamati "di compressione" (jounce) e "di rimbalzo" (rebound). Tali finecorsa proteggono l'ammortizzatore o il montante da danni dovuti ad urti nella parte superiore o inferiore. La maggior parte dei montanti utilizza anche cuffie antipolvere sostituibili per evitare che le guarnizioni vengano danneggiate da contaminanti. Per prolungare la durata di ammortizzatori e montanti, tali componenti devono essere sostituiti se usurati, rotti, danneggiati o mancanti.

Gli ammortizzatori e i montanti sono parte integrante del sistema di sospensione. Hanno la funzione di evitare che le parti della sospensione e gli pneumatici si logorino prematuramente. Se sono usurati, potrebbero compromettere la capacità di frenare, sterzare e mantenere la stabilità. Funzionano anche per mantenere l'aderenza degli pneumatici alla strada e per ridurre lo spostamento di peso del veicolo tra le ruote in curva o in frenata.

Molti fattori possono provocare l'usura degli pneumatici. Le cinque cause principali sono:

1. Abitudini di guida
2. Allineamento
3. Pressione degli pneumatici
4. Componenti di sterzo o sospensione usurati
5. Ammortizzatore o montanti usurati

Un modello di usura "concavo" normalmente è causato dal logorio dei componenti del sistema di sospensione o di sterzo, oppure da ammortizzatori o montanti usurati. Normalmente, se sono logori componenti del sistema di sospensione (per es. giunti sferici, boccole del braccio di controllo, cuscinetti della ruota), il modello di usura concavo sarà sporadico, mentre se sono usurati gli ammortizzatori o i montanti, il modello di usura concavo sarà ripetuto più volte. Per evitare la sostituzione di componenti in buono stato, è necessario ispezionare tutti componenti in modo da controllarne danni o usura eccessiva.

Sì, gli ammortizzatori / montanti a gas contengono la stessa quantità d'olio delle unità pneumatiche. Viene aggiunto all'unità gas a pressione per controllare la condizione chiamata "shock fade" (dissolvenza di ammortizzazione), che si verifica quando l'olio di un ammortizzatore o montante produce schiuma per agitazione, calore eccessivo e zone di pressione bassa all'interno del pistone (aerazione). La pressione del gas comprime le bolle d'aria intrappolandole nell'olio fino a quando diventano così piccole da non influire sulle prestazioni dell'ammortizzatore. Ciò consente una guida e prestazioni migliori.

È molto probabile che non sia dovuto alle unità sostituite, un rumore metallico, infatti, indica normalmente punti di attacco al telaio allentati o usurati. Se il rumore continua dopo aver sostituito gli ammortizzatori, verificare che i supporti siano ben serrati e controllare l'eventuale usura di altre parti del sistema di sospensione. Alcuni ammortizzatori utilizzano un supporto tipo "forcella" che deve stringere i lati del "manicotto di montaggio" dell'ammortizzatore in modo sicuro (come una morsa) per evitare il rumore. Se il rumore è presente con un montante, è necessario controllare la piastra di supporto superiore ed, eventualmente, sostituirla. Se vengono eccessivamente serrati o se vengono allentati e serrati nuovamente più volte, i bulloni di montaggio vecchi possono allentarsi e provocare un rumore. Se i bulloni di montaggio non riescono più a conservare la loro coppia originale, o se sono usurati, devono essere sostituiti.

Senza dubbio! Visto che i lavori di rimozione, sostituzione e allineamento di ammortizzatori o montanti può risultare un lavoro intenso, è buona idea ispezionare i cuscinetti e la piastra di montaggio, così come i bulloni di montaggio insieme agli altri pezzi destinati a proteggere il montante / ammortizzatore, come i finecorsa di compressione e le cuffie antipolvere. Non solo si risparmierà il pagamento di un nuovo lavoro, ma si proteggerà anche l'investimento realizzato per i pezzi nuovi.

Sì. Monroe raccomanda di realizzare un allineamento ogni volta che vengono installati nuovi montanti. Tuttavia, esistono delle eccezioni se il fabbricante del veicolo non prevede elementi per l'allineamento o se gli angoli di allineamento non vengono influenzati dalla sostituzione di un montante. Alcuni esempi possono includere sistemi a doppia forcella, alcuni tipi di montante modificati, e sistemi di sospensione che utilizzano ammortizzatori. Per ulteriori informazioni, mettersi in contatto con il proprio rivenditore Monroe Expert Plus • usando lo strumento Ricerca di rivenditori • o con il nostro team di assistenza tecnica.

I caso di installazione di componenti esistenti su un montante sostituito, è necessario prestare attenzione per assicurare che la sede superiore della molla venga installata con l'orientamento corretto in relazione al montaggio o sede della molla inferiore. L'orientamento della sede della molla superiore determina la direzione in cui la molla a spirale deve piegarsi per osservare la giusta distanza dalla parte interna del parafango. Se l'orientamento non è corretto, la molla può strofinare sulla parte interiore del parafango sia quando si sterzano le ruote che quando viene compressa la sospensione.

La causa principale è una piastra di supporto del montante che non ruota liberamente a causa di contaminanti, dado dello stelo troppo serrato o usura. Altre cause possono essere: pressione degli pneumatici bassa, angoli di allineamento non corretti e componenti di sterzo rigidi, come giunti sferici, estremità di tiranti e scatola di sterzo.

Nella maggior parte dei casi, no... molti veicoli usano ammortizzatori di una lunghezza tale da limitare il percorso della sospensione quando le ruote sono sospese, al fine di proteggere i componenti. Per questa ragione, gli ammortizzatori devono essere installati con la sospensione del veicolo all'altezza normale di marcia. La sostituzione può essere realizzata su pedane tipo rampa, su fossa meccanica o su un una pedana per allineamento. Alcuni esempi di componenti generalmente protetti da danni per estensione eccessiva sono: giunti sferici, estremità di tiranti, alberini 4WD / giunti CV, giunti ad U, circuiti dei freni, circuiti del sensore ABS e sensori di altezza. Se il veicolo è stato modificato con un sistema di sospensione aftermarket, normalmente sono necessari ammortizzatori speciali più lunghi.

La maggior parte degli ammortizzatori moderni utilizzano un tubo doppio (bitubo); affinché la parte interna di entrambi i tubi (camera di lavoro) funzioni correttamente, deve essere completamente piena d'olio. Il tubo esterno (riserva) contiene una riserva d'olio insieme ad aria o gas pressurizzato. Se l'unità viene montata al contrario (estremità dello stelo verso il basso), l'aria o il gas contenuti nella camera esterna possono penetrare nella camera di lavoro interna e provocare una perdita delle prestazioni di smorzamento. Pertanto, gli ammortizzatori bitubo non possono essere montati al contrario (o lateralmente), fatta eccezione per unità progettate in modo specifico che incorporano una cella di gas o materiali cellulari per gas, realizzati per contenere il gas nel tubo esterno di riserva.

Come misura di sicurezza, alcuni montanti di ricambio sono dotati di una sede della molla di grande diametro inferiore. Tale sede è progettata per prevenire una rottura della molla a spirale dovuta al contatto con lo pneumatico. È necessario verificare lo spazio esistente se sono usati pneumatici più grandi, catene o ruote di scorta.

Most modern shock absorbers utilize a twin (dual) tube construction; in order to work properly the inner of the two tubes (working chamber) should stay completely filled with oil. The outer (reserve) tube contains an oil reserve along with air or a pressurized gas. If the unit is mounted inverted (rod side down), the air or gas in the outer chamber can enter the inner working chamber, resulting in poor damping performance. Therefore, twin tube shock absorbers should not be mounted upside down (or on their side), with the exception of specially designed units that incorporate a gas cell, or cellular gas material, designed to keep the gas retained in the outer reserve tube.

Yes, certain vehicles can be modified to accept non-electronic replacement units if the owner desires to remove the O.E. electronic ride control system. For more information, refer to the attached pdf: Electronic to Standard, Shock / Strut Conversion Instructions. Monroe also manufactures conversion kit, part number 90001, designed to convert the air suspension used on the 1988-1994 Lincoln Continental to conventional coil spring struts.

As a safety feature, some replacement struts are equipped with a large diameter lower spring seat. This seat is designed to prevent a broken coil spring from contacting the tire. Clearance should be checked if larger tires, tire chains, or replacement wheels are being used.